Il Festival

XII edizione Festival del cortometraggio “Corto e Cultura Film Festival nelle Mura di Manfredonia”, quando il Cinema sposa il Territorio, del 2019.

 

Media partner:

Il dodicesimo Festival del Cortometraggio “Corto e Cultura Film Festival nelle Mura di Manfredonia”, anche quest’anno 2019 con spirito collaborativo di un collaudato gruppo di associati e l’ineccepibile dedizione partecipativa di energie da parte di tecnici e giurati sono come in un grosso cantiere ognuno impegnato nel proprio ruolo ed incarico per portar a termine la realizzazione del più bel building da presentare dal 23 luglio al 27 luglio. Mentre gli addetti alla logistica sono nel pieno del work in progress non da meno i giurati sono già pronti a presentare la lista dei corti finalisti in concorso.

Dall’altro fronte operativo , in stretta simbiosi letterati, giornalisti e sceneggiatori dopo un’accurata lettura, studio e difficile selezione hanno prontamente stilato una lista di sceneggiature finaliste in concorso per il “Premio per sceneggiature”.

A questo punto non resta che augurare a tutti i concorrenti e a tutto lo staff un grosso “in bocca al lupo” diversamente per gli affezionati e non della cultura cineasta, un invito a partecipare alle quattro serate in programma, sotto l’impeccabile direzione artistica di Anna Rita Caracciolo.

CONCORSO XII EDIZIONE “CORTO E CULTURA FILM FESTIVAL NELLE MURA DI MANFREDONIA”

Sezione cortometraggi finalisti in concorso

I registi dei cortometraggi vincitori al concorso saranno contattati dagli organizzatori.

Titolo: Aggrappati a me

Durata:  18 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Luca Arcidiacono

SINOSSI

Filippo, un giovane venticinquenne schivo e introverso, viene fermato in tram da Alice, una bambina con la sindrome di Down, che gli chiede di accompagnarla a casa dopo aver perso di vista la madre.

 

Titolo: tante care cose

Durata:  14 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: David Fratini

SINOSSI

Anna, un’anziana donna borghese, esce di casa senza salutare il marito, che rimane indifferente a guardare la tv. L’anziana cammina fino ad arrivare in un luogo squallido e degradato dov’è accampata una coppia di sbandati. Anna spia l’uomo e la donna mentre discutono – poco lucidamente – di soldi e si litigano una bottiglia di birra: la donna è sua figlia. L’anziana, affranta, cerca così riparo tra il calore e l’allegria dei suoi ricordi di gioventù. Un viaggio nel passato, una fuga dal presente.

 

Titolo: U Muschittieri

Durata:  19 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Vito Palumbo

SINOSSI

Ispirato ad una storia vera: il piccolo Giovanni è impaurito dalla statuina del presepe che suo padre gli fa vedere il giorno prima dell’Immacolata. Una serie di eventi delittuosi nella città di Palermo fanno sì che la mente del bambino identifichi quella statuina nel mafioso don Tano Filippone, il mandante degli omicidi. Giovanni è sicuro: anche suo padre è in pericolo! Armato di spada di legno e pettorina da moschettiere, decide di combattere le sue paure per proteggere il padre.
Giovanni, da grande, diventerà il magistrato Falcone.

 

Titolo: Passengers

Durata:  14 min.

Anno di produzione: 2017

Regia: Simon Portus

SINOSSI

Frustrato dalla mancanza di connessione, Patrick ricorre a misure disperate per trascorrere più tempo con suo figlio di sei anni.

 

Titolo: Robarte una noche

Durata:  14 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Fernando Vera Moreno

SINOSSI

Ana è brava con le serrature e Teo non vede l’ora che qualcuno entri in casa sua. Come due sconosciuti si riuniscono una notte.

 

Titolo: Ian, una historia que nos movilizará

Durata:  9 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Abel Goldfarb

SINOSSI

Ian è nato con una paralisi cerebrale. Come tutti i bambini, vuole avere amici, ma la discriminazione e il bullismo lo tengono lontano dal suo amato parco giochi. Ian non si arrenderà facilmente, realizzando qualcosa che sorprenderà tutti.

 

Titolo: Paris you got me

Durata: 9  min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Julie Boehm

SINOSSI

“L’arte può cambiare il mondo interiore così come quello esterno”. È così che vive il nostro protagonista Ksenia: l’artista di strada George la attira nel suo mondo magico di illusioni d’arte: una danza artistica sulla realizzazione dei tuoi sogni.

 

Titolo: Aspettando l’ENPS

Durata:  10 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Francesco D’Ignazio

SINOSSI

Roberta Micetti, una giovane contribuente, vittima del programma “Certezza Giovani” si rivolge all’ENPS per far sì che il suo tirocinio venga pagato. Ricevuto l’ennesimo rifiuto, la ragazza prova a giocarsi l’ultima carta: un documento custodito nella sua cartellina.

 

Titolo: Inventory of time

Durata:  1 min. 

Anno di produzione: 2018

Regia: Khalil Charif

SINOSSI

In un viaggio della metropolitana di New York, un piano di sequenze esamina un aspetto sociale, cercando una riflessione sulla nostra nuova era di profondi cambiamenti umani e tecnologici e le sue sfide.

 

Titolo: Rimborso spese

Durata:  16 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Michelangelo Di Pierro

SINOSSI

Un attore precario, dopo l’ennesimo lavoro non retribuito, decide di derubare la prima persona che incontra. Ma il destino, gli ha dato una sorpresa.

 

Titolo: Uocchie c’arraggiunate

Durata:  7 min.

Anno di produzione: 2019

Regia: Paolo Cipolletta
SINOSSI

Un ambiguo tramonto avvolge Napoli e le tre storie che si sviluppano a cavallo di una notte che si
preannuncia di fuoco, fango e sangue.
Un uomo si aggira tra fumi malsani portando con sé un carico pesante.
Un giovane maneggia con maestria materiale esplosivo mentre, claudicante, un terzo uomo trascina con sé
una spranga insanguinata.

 

Titolo: Le isole delle acque verdi

Durata:  30 min.

 

Anno di produzione: 2019

Regia: Gigi Giuffrida
SINOSSI

Daniela, produttrice cinematografica, raduna d’inverno tre sceneggiatori in un albergo dell’Isola di San Domino. Vuole realizzare un film sulle Isole Tremiti al tempo del confino di polizia. Ha molta fretta di realizzarlo perché — dice — il suo finanziatore ha posto una sola condizione: deve essere presentato per l’anteprima esattamente dopo cinque mesi, quando il nonno, ex confinato, compie cento anni.

 

Titolo: Cavallo di ritorno

Durata: 13 min.

Anno di produzione: 2019

Regia: Simone Gervasio

SINOSSI

Il cortometraggio raccolta la storia di Carmine, vittima di cavallo di ritorno e che, improvvisamente, si ritrova all’interno di un sistema a lui lontano. Ha tre opzioni, lasciar perdere e vedersi sottratta l’auto, presentare denuncia alle forze dell’ordine o accettare lo scambio e presentarsi al luogo.

 

Titolo: Tulipe

Durata:  15 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Andrea Di Cicco

SINOSSI

Valeria è una donna sola. Vedova da cinque anni, per tenersi occupata frequenta la chiesa a fa volontariato. Valeria ha un figlio che però la va a trovare solo per farsi lavare i panni o lasciarle il cane. Durante un pranzo sociale Valeria incontra Tulipe, un signore distinto di origini somale. Quando il figlio di Valeria scoprirà della loro unione il conflitto sarà inevitabile.

 

Titolo: La festa più bellissima

Durata:  15 min.

Anno di produzione: 2018

Regia: Hedy Krissane

SINOSSI

Oggi è il compleanno di Amin, un bambino di seconda generazione, vivace e molto socievole, e come tutti i bambini, non vede l’ora di festeggiarlo con i suoi compagni di classe…

 

SEZIONE SCENEGGIATURE – SCENEGGIATURE FINALISTE

Gli sceneggiatori vincitori verranno contattati telefonicamente.

1) “L’ultimo saluto” di Manuela Boccanera

2) “Mind the gap” di Gianluca Papadia
3) “Principianti” di Annalisa Mutariello
4) “Dall’altra parte” di Vincenzo Pandolfi
5) “Al termine della notte” di Daniel Coffaro
6) “La confessione” di Diego Trovarelli